FIGC

DELEGAZIONE REGIONALE CALCIO A 5 SARDEGNA

LEGA NAZIONALE DILETTANTI

Davide Marfella: “Al TdR bravi u14 e u16, ci vorrà nuova linfa per juniores e femminile”

Il tecnico sardo Davide Marfella, attuale collaboratore della Nazionale italiana di calcio a 5 è il primo sardo a ricoprire un incarico nello staff azzurro.

Marfella ha seguito quest’anno con la Nazionale allenata da Roberto Menichelli gli Europei di futsal,  in Serbia con l’Italia, campione in carica due anni fa ad Anversa, che purtroppo è stata eliminata ai quarti di finale dal Kazakistan. Ora è in preparazione la gara di ritorno per il play off mondiale, contro l’Ungheria, il 13 aprile a Prato a cui seguirà un raduno con la Nazionale under 21.

Da ottobre la FIGC Sardegna l’ha nominato responsabile delle rappresentative del calcio a 5, un altro riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto in questi anni, nei quali ha raccolto esperienze positive sia in Italia sia a livello internazionale.

Con lui cominciamo proprio dalle Rappresentative, reduci dall’impegno in Val D’Aosta con alterni risultati.

“Siamo abbastanza soddisfatti per i risultati delle categorie Allievi e Giovanissimi. Buono il lavoro di Mario Desole nella femminile mentre obbiettivamente ci si attendeva di più dalla Juniores. Hanno stupito tutti i giovanissimi di mister Marcialis che hanno superato per la prima volta il turno qualificandosi ai quarti di finale, con il bottino di una vittoria e due pareggi, uno dei quali contro il temibile Abruzzo. Ai quarti, i ragazzi di Marcialis hanno ceduto alla sorpresa del torneo, Trento.

Nei giovanissimi si sono messi in mostra alcuni giovani interessanti. A corrente alternata gli Allievi di Petruso che hanno pareggiato con la Lombardia, ma poi sono stati capaci di battere la corazzata Abruzzo. Nei quarti brutta sconfitta, nelle dimensioni, contro il Lazio finalista.

Nel femminile la squadra di Desole ha pagato l’essere inserita in un vero e proprio girone di ferro con la Lombardia e la armata abruzzese (squadra che poi si è laureata campione d’Italia), che schierava due oriunde di assoluto spessore, fino alla passata stagione protagoniste nella massima serie nazionale. Zero punti anche per la Juniores di mister Zuddas che paga il cattivo esordiocontro il Molise.

Il Tdr è lo specchio dei campionati Regionali. Bene Giovanissimi e Allievi che in Sardegna hanno subito un notevole incremento. Mentre il femminile e il campionato Juniores hanno bisogno di nuova linfa. Ora ci prendiamo tutti un po’ di riposo e poi pensiamo a mente fredda al futuro.

– Torniamo al tuo interessante ruolo. Nel ruolo di match analyst su quali punti si sofferma maggiormente quando prepari i video da presentare alla squadra?

Il lavoro viene fatto a 360°: prepariamo i video sulle gare degli avversari che andremo a incontrare, sulle nostre gare disputate ma anche sulle nostre sedute di allenamento. Si tratta quindi di un lavoro quotidiano.

– Quali miglioramenti ritieni che possano esserci nel futsal sardo?

La crescita del calcio a 5 passa sempre dal settore giovanile, bisogna continuare a incrementare il lavoro sui giovani, abbassare l’età. L’ideale sarebbe coprire tutte le fasce del settore giovanile, anche le categorie Pulcini ed Esordienti. Bisogna insistere e far crescere i campionati giovanili, magari coinvolgendo il calcio a 11, perché il futsal non dev’essere visto in contrapposizione bensì come propedeutico al calcio a 11.

– Hai effettuato un’esperienza all’estero con l’Hotels Plaza Andorra. Come giudichi il calcio a 5 italiano, alla luce poi delle esperienze fatte in questi anni, confrontato con gli altri paesi europei?

Il futsal italiano non ha nulla da invidiare a quello degli altri paesi. Tuttavia c’è una cosa sulla quale purtroppo siamo ancora indietro: gli impianti sportivi.

– Com’è organizzata la tua giornata durante gli impegni con la Nazionale?
La giornata si divide tra analisi video delle gare e analisi video degli allenamenti. Ho visto dal vivo tutte le gare degli Europei, effettuando i tagli video in diretta in modo da passarli allo staff una volta rientato in albergo. La stessa cosa succede per quanto riguarda eventuali allenamenti.

– Quali esperienze particolari ha vissuto agli Europei e cosa l’ha sorpresa di più?
Una cosa che mi ha stupito è stata vedere il seguito del pubblico della Serbia, eccezionale.

– Come sta cambiando il futsal negli ultimi anni?

In primo luogo i giocatori non si stanno più avvicinando a fine carriera calcistica, ma si comincia da bambini, anche se ancora per poco. Poi le società di calcio a 11 iniziano a capire la propedeuticità del futsal nella formazione del giovane calciatore.

– Con gli anni da allenatore, i futsal camp, le rappresentative e le nazionali hai visto tanti giovani. Un consiglio a chi si sta avvicinando alla nostra disciplina?

Io faccio sempre l’esempio di quante volte si gioca il pallone nel futsal, pensateci! Anche se fate calcio a 11, praticate il futsal. Con passione e attenzione perchè potrete trarne, se state attenti, tanti benefici. Se invece fate solo calcio a 5 avete la possibilità di ambire a una discreta carriera divertendovi. Ovviamente anche qui ci vuole impegno e sacrificio!

 

Condividi questa news

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

ULTIMI COMUNICATI

COMUNICATO UFFICIALE N 2 – 2021-2022

Attachments COMUNICATO UFFICIALE N 2 Delegazione C5 – 2021-2022 Dimensione del file: 943 KB Download: 92 Rendicontazione-utilizzo-calciatori-U-23-Personale Dimensione del file: 174 KB Download: 29 Rendicontazione-utilizzo-calciatori-U-23-Servizi

COMUNICATO UFFICIALE N 1 – 2021-2022

Attachments COMUNICATO UFFICIALE N 1 Delegazione C5 – 2021-2022 Dimensione del file: 1 MB Download: 115 CIRC1LND Dimensione del file: 128 KB Download: 10 CIRC2LND

ASSICURAZIONI

VADEMECUM PER GLI INFORTUNI SPORTIVI

NORME E REGOLAMENTI

MISSION E GOVERNANCE DELLA LND

MODULISTICA

LA SEZIONE CON TUTTI I MODULI SCARICABILI

Questo sito web utilizza i cookie.

Utilizziamo i cookie all'unico scopo di di monitorare la quantità di visite al sito in forma anonima e per migliorare l'esperienza utente.