FIGC

DELEGAZIONE REGIONALE CALCIO A 5 SARDEGNA

LEGA NAZIONALE DILETTANTI

Le novità della prossima stagione del futsal isolano

Con la riunione di giovedì scorso a Cagliari si sono chiusi i consueti incontri di fine stagione della Delegazione regionale calcio a 5. Il bilancio e le prime novità del prossimo anno per il futsal sardo.
E’ terminato anche quest’anno il giro di riunioni della Delegazione Sardegna con il territorio. Alberto Carta, responsabile sardo, ha incontrato in questi due mesi le società di Sassari, Tortolì, Olbia, Nuoro, Oristano, Carbonia e, infine, Cagliari. Gli incontri sono tradizionalmente l’occasione per tracciare un bilancio della stagione conclusa e per iniziare la programmazione di quella 2015-16.

Nonostante la crisi c’è sempre tanto fermento e voglia di futsal soprattutto al nord: gli ottimi numeri dell’attività di Olbia, dove è nata l’anno scorso la prima e storica serie D provinciale, cercano di spronare anche territori meno futsaliani come Sassari e Nuoro. 

Nel capoluogo turritano le distanze sono un grosso handicap per l’attività, limitando tantissimo anche la nascita delle squadre giovanili. A Nuoro si punta a ripartire, dopo i gloriosi trascorsi dello Zir Nuoro che militò in B, soprattutto coinvolgendo le società di calcio a 11 mentre in Gallura il futsal può solo crescere dopo aver passato positivamente il primo anno, come rassicura il responsabile locale Gian Piero Pinna. Chissà che non ci sia finalmente spazio per un primo campionato giovanile e una femminile.

L’Ogliastra ugualmente soffre la distanza rispetto agli altri territori, ma qualche società continua con gran passione a fare attività. Stesso discorso per il Sulcis dove solo la passione muove realtà che soffrono la congiuntura economica negativa del territorio più povero d’Italia. Però le squadre della provincia di Carbonia e Iglesias rappresentano oramai una realtà del calcio a 5 così come, ovviamente quelle del Cagliaritano, due roccaforti del calcio a 5. Positiva anche la situazione dell’Oristanese, dove il futsal cresce grazie al dinamismo di diverse società, pur con le difficoltà degli impianti di gioco, e si pensa a un torneo di calcio a 5 amatori utilizzando gli spazi del Centro di Sa Rodia.

La situazione delle palestre è una delle problematiche che mette un freno alle società: tra lavori infiniti, spazi risicati, autorizzazioni e problemi con le amministrazioni le squadre sarde non possono dormire mai sonni tranquilli. L’assenza di impianti a utilizzo esclusivo o di proprietà, rispetto al calcio, è uno dei maggiori problemi.

“La Delegazione non può forzare la mano in un momento di crisi – afferma Alberto Carta – comprendendo benissimo le difficoltà  anche a organizzare le squadre giovanili. Ci sono troppi problemi in ballo in questo momento storico, anche se ovviamente vogliamo incentivare tutti a puntare sui giovani e a camminare con le proprie gambe, senza lanciarsi in progetti mirabolanti che non tengano in considerazione la sostenibilità economica e la lungimiranza. Non è più tempo per fare voli pindarici ma di organizzarsi e strutturarsi lentamente”.

Il nuovo corso prevede l’idea di collaborare con il calcio a 11: “Bisogna aprire strade nuove, oltre che con le scuole, con il calcio a 11. Ma anche fare appello alle stesse società di calcio a 11 affinchè pensino di sviluppare anche le squadre giovanili di calcio a 5. Le due discipline, con le loro complementarietà, rappresentano un’occasione di crescita tecnica dei ragazzi, e un modo per non perdere atleti e tesserati”

Quali saranno le conferme e novità della prossima stagione?

Fermo restando che tutte diventeranno operative solo tramite comunicato ufficiale e questi sono solo “orientamenti”, alcune sono già in elaborazione: un nuovo ufficio gare che curerà l’organizzazione dei campionati e tutte le necessità delle società dal punto di vista dei rapporti con la Delegazione nonchè l’utilizzo di nuovi strumenti comunicativi come whatsapp per gestire richieste e avvisi importanti; c’è la proposta, che verrà fatta al Direttivo Regionale, di premiare le società virtuose con l’attività giovanile devolvendo loro una parte delle multe delle società che non ne faranno. “Abbiamo anche chiesto – aggiunge Carta – maggior dialogo con gli arbitri, proponendo agli stessi visite e incontri durante agli allenamenti delle squadre” 

Sul fronte tecnico, stata fatta richiesta di un corso allenatori al Centro federale di Coverciano e si è in attesa di una data di riferimento. Poi si procederà al bando. La Delegazione proseguirà a lavorare sul territorio per migliorare l’organizzazione e la qualità dell’attività agonistica attraverso incontri tematici, futsal day e clinic allenatori (come quelli già organizzati a Olbia e Oristano ). C’è l’idea di una collaborazione con la facoltà di Scienze motorie a Cagliari con cui sono già stati presi contatti, ci sono le varie giornate-evento che si progetteranno. 

Altre novità, sempre previo parere del Comitato Regionale: confermati i giovani in lista della passata stagione (2 under21, 2 under23 in C1; in serie C2 invece 1 under23, 1 under21). In Juniores ci saranno come fuoriquota un under19 e un under20, solo ovviamente nella fase regionale. Resta fermo l’obbligo di tesseramento per gli allenatori della C1 e C2 maschile e per la C femminile, nonchè l’obbligo dell’attività giovanile per le squadre di C1.

Qualche indiscrezione anche sull’inizio dei campionati: la C1 come sempre parte a inizio settembre. A ottobre C2, femminile e D. A fine ottobre, la juniores.

La formula della Coppa Italia regionale sarà organizzata in base alle squadre dei campionati. Oltre le 12 squadre (e comunque sempre con doppio girone), si organizzerà la final eight. Final four sotto le 12 squadre. Qualsiasi società, che abbia un palazzetto a disposizione, potrà candidarsi per organizzare le finali di Coppa Italia regionale.

Novità possibili nei playoff femminili con l’allargamento a un maggior numero di squadre.

Condividi questa news

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

ULTIMI COMUNICATI

COMUNICATO UFFICIALE N 2 – 2021-2022

Attachments COMUNICATO UFFICIALE N 2 Delegazione C5 – 2021-2022 Dimensione del file: 943 KB Download: 92 Rendicontazione-utilizzo-calciatori-U-23-Personale Dimensione del file: 174 KB Download: 29 Rendicontazione-utilizzo-calciatori-U-23-Servizi

COMUNICATO UFFICIALE N 1 – 2021-2022

Attachments COMUNICATO UFFICIALE N 1 Delegazione C5 – 2021-2022 Dimensione del file: 1 MB Download: 115 CIRC1LND Dimensione del file: 128 KB Download: 10 CIRC2LND

ASSICURAZIONI

VADEMECUM PER GLI INFORTUNI SPORTIVI

NORME E REGOLAMENTI

MISSION E GOVERNANCE DELLA LND

MODULISTICA

LA SEZIONE CON TUTTI I MODULI SCARICABILI

Questo sito web utilizza i cookie.

Utilizziamo i cookie all'unico scopo di di monitorare la quantità di visite al sito in forma anonima e per migliorare l'esperienza utente.